iTunes

Opening the iTunes Store.If iTunes doesn’t open, click the iTunes icon in your Dock or on your Windows desktop.Progress Indicator
Opening the iBooks Store.If iBooks doesn't open, click the iBooks app in your Dock.Progress Indicator
iTunes

iTunes is the world's easiest way to organize and add to your digital media collection.

We are unable to find iTunes on your computer. To download from the iTunes Store, get iTunes now.

Do you already have iTunes? Click I Have iTunes to open it now.

I Have iTunes Free Download
iTunes for Mac + PC

alfabeta2 n.21

alfabeta2

This book is available for download with iBooks on your Mac or iOS device, and with iTunes on your computer. Books can be read with iBooks on your Mac or iOS device.

Description

Dove sta andando il cinema contemporaneo? Ma soprattutto cosa è il cinema oggi, al tempo degli schermi onnipresenti e di una tecnologia in continua evoluzione? È questa la domanda che corre attraverso tutti gli interventi di «alfacinema», lo speciale curato da Paolo Bertetto all’interno del numero 21 della rivista «alfabeta2», in edicola e in libreria a partire da sabato 21 luglio: dodici pagine che intendono intercettare e radiografare questo «essere in fuga», per usare scherzosamente il titolo dell’intervento di Uta Felten (tra gli altri autori, Jacques Aumont, Thomas Elsaesser, Giuliana Bruno, Gilles Mouellic).

Ma è del resto il nostro, un tempo in fuga, stretto tra un’epoca ormai chiusa, a dispetto di chi impone sacrifici a prezzo di promesse irrealizzabili, e una fase che stenta a delinearsi e della quale siamo, dobbiamo essere, attori, ben prima che spettatori: ce ne parlano, su «alfabeta2», da prospettive diverse, Alberto Burgio quando descrive La nuova guerra civile europea e GB Zorzoli, disegnando i tratti di una Green Society.

Quali sono le differenze tra il «comune» e i «beni comuni», come leggere – in questo contesto – le lotte dei lavoratori dello spettacolo, quale trasformazione posso determinare le sperimentazioni e la rivolta culturale dei beni comuni? Sono queste alcune delle domande a cui cerca di rispondere il doppio nodo (Not) Occupy – Cultura come bene comune che apre il nuovo numero di «alfabeta2» (testi, tra gli altri, di M. Hardt, Anna Curcio, David Lloyd, Gigi Roggero e Teatro Valle Occupato).

E su trasformazioni probabilmente irreversibili riflettono anche Franco Farinelli e Paolo D’Angelo (Retoriche del paesaggio) o Lucia Tozzi, Marco Navarra e Giovanni Laganà (Architetture del comune). Un tempo in fuga, duro ma anche affascinante, come osserva Luisa Muraro in dialogo con Marco Dotti: «Dobbiamo divenire consapevoli del nostro valore. Viviamo in un’epoca regressiva e difficile che, in qualche modo, assomiglia al Seicento. Grandi catastrofi, carestie, guerre, ma anche la possibilità di porre le basi di una nuova modernità scientifica, politica e culturale».

Tra gli altri «nodi» di «alfabeta2» numero 21, un dossier su Alan Turing nel centenario della nascita curato da Michele Emmer e gli Estremi Orienti di Pieranni e Ferret.

L’artista del mese è Daniel Spoerri.

alfabeta2 n.21
View In iTunes
  • 2,99 €
  • Available on iPhone, iPad, iPod touch, and Mac.
  • Category: Art & Architecture
  • Published: 07 August 2012
  • Publisher: Quintadicopertina
  • Print Length: 318 Pages
  • Language: Italian
  • Requirements: To view this book, you must have an iOS device with iBooks 1.3.1 or later and iOS 4.3.3 or later, or a Mac with iBooks 1.0 or later and OS X 10.9 or later.

Customer Ratings

We have not received enough ratings to display an average for this book.