1 brano, 3 minuti

TITOLO DURATA
3:57

Informazioni su The Bastard Sons of Dioniso

Il gruppo rock trentino dei Bastard sons of Dioniso e’ noto al pubblico italiano per la sua partecipazione al programma X-Factor edizione 2009, dove si sono classificati al secondo posto. La band nasce nel 2003 ed e’ un trio composto da Jacopo Broseghini (basso e voce), Michele Vicentini (chitarra e voce) e Federico Sassudelli (batteria e voce). Del 2006 e’ il loro primo album, dal titolo “Great tits heat”, completamente in lingua inglese, seguito un anno dopo da “Even Lemmy sometimes sleeps”, disco acustico con brani della band insieme a cover di vari gruppi (Beatles, Kings of Convenience, Led Zeppelin e altri). Segue poi l’EP “L’amor carnale” del 2009 , pubblicato da Sony Music, che la band pubblica in concomitanza con la sua partecipazione allo show X-Factor, che ottiene grande successo di vendite, che contiene anche tre celebri cover, “I just can’t get enough” dei Depeche Mode, “Contessa” dei Decibel e “Ragazzo di strada”. Pochi mesi dopo e’ la volta di “In stasi perpetua”, loro primo album quasi completamente in italiano, con i singoli “Mi par che per adesso” e “Senza colore”. Nel 2011 pubblicano poi l’album “Per non fermarsi mai”, prodotto in collaborazione con Piero Fiabane di Livenation, disco che viene premiato come miglior album indie-rock del 2011. E’ da poco uscito il loro nuovissimo album, omonimo, e ad aprire le danze e’ stato il singolo e video “Trincea”.

Top brani

Top videoclip