10 brani, 32 minuti

TITOLO DURATA

Informazioni su Bobo Rondelli

Cantautore, attore e poeta livornese classe 1963, Roberto “Bobo” Rondelli inizia la sua carriera suonando con diverse band cover di brani celebri e fondando poi il trio Les Bijoux con il quale registra un album in inglese. Nel 1993, il trio cambia il nome in Ottavo Padiglione, e pubblica il suo primo album su etichetta Emi, omonimo, che contiene uno dei loro brani piu’ noti, “Ho picchiato la testa”, ottenendo buoni risultati di vendite. Due anni dopo esce “Fuori posto”, pubblicato invece da Universal.

Il 1999 vede una collaborazione con il musicista barbadiano Dennis Bovell, che partecipa alle registrazioni di “Onde reggae” (ediz. Edel) . Nel 2001 inizia la sua carriera solista, con la pubblicazione di “Figli del nulla”, pubblicato dall’etichetta indie Arroyo, seguito un anno dopo da “Disperati, intellettuali, ubriaconi”, che vede la partecipazione del pianista Stefano Bollani. Dopo la pubblicazione del doppio album “Ultima follia/best a bestia” degli Ottavo Padiglione, Rondelli riprende la sua strada solista con “Per amor del cielo”, distribuito da Zebralution. Sempre in questo periodo compone musiche per alcuni film, come “Sud Side Stori” di Roberta Torre, “Andata e ritorno” di Alessandro Paci, e il documentario “L’uomo che aveva picchiato la testa” diretto da Carlo Virzi’, e piu’ recentemente “La prima cosa bella” sempre di Paolo Virzi’. Altri album solisti sono stati “L’ora dell’ormai”, “A famous local singer”, e il recentissimo “Come i carnevali”, realizzato con la collaborazione tra gli altri di Francesco Bianconi dei Baustelle e che contiene il singolo “Qualche volta sogno”.

Altri ascoltatori hanno anche ascoltato