iTunes

Apertura di iTunes Store.Se iTunes non si apre, fai clic sull'icona dell'applicazione iTunes nel Dock o sul desktop di Windows.Progress Indicator
Apertura di iBooks Store in corsoSe iBooks non si apre, clicca sull'app iBooks nel Dock.Progress Indicator
iTunes

iTunes is the world's easiest way to organize and add to your digital media collection.

Non abbiamo trovato iTunes sul tuo computer. Per le anteprime e l'acquisto di musica da What We Saw from the Cheap Seats (Deluxe Version) di Regina Spektor, installa iTunes adesso.

Hai già iTunes? Fai clic su Anche io ho iTunes! per aprirlo.

I Have iTunes Download gratuito
iTunes per Mac+PC

What We Saw from the Cheap Seats (Deluxe Version)

Apri iTunes per visualizzare in anteprima, acquistare e scaricare musica.

Recensioni clienti

What we saw from the cheap seats

Semplicemente stupendo...

Il sesto album, da avere...

Dopo il non troppo esaltante far, questo nuovo cd di Regina Spektor racchiude in 11 tracce tutta la sua essenza. Un viaggio tra suoni e storie, da comprare assolutamente. Dopo 10 giorni dall'acquisto l'album ancora non ha stancato, indice di grande qualità. Ogni canzone è diversa, ogni canzone è un'esperienza. Si respira un po' di Russia!

Merita!

Questa ragazza ha un grandissimo talento, l'album è veramente bello! Voce limpida, vocalizzi molto belli..e stile molto interessante. Con la musica scarsa che c'è oggi in giro, artisti di talento come Regina Spektor che hanno il coraggio di proporre nuove cose per amore della musica e non per business... c'è ne sono pochi. La seguirò con attenzione anche per i prossimi album!

Biografie

Nato(a): 19 febbraio 1980, Moscow, Russia

Genere: Alternativa

Anni di attività: '00s, '10s

A veteran of New York's anti-folk scene, songwriter Regina Spektor makes quirky, highly eclectic, but always personal music. Born and raised in Moscow until age nine, Spektor listened to her father's bootleg tapes of Western pop and rock as a young child and also learned to play piano. She and her family moved from Russia to the Bronx, where she was immersed in American culture (at the time, hers was the first Russian family in the borough in 20 years). Eventually, Spektor and her family became part...
Bio completa