11 brani, 34 minuti

NOTE DELLA REDAZIONE

Eclettica ma coerente rappresentazione teatrale in stile Broadway della scrittura di Brendon Urie, Pray For the Wicked è una sgargiante celebrazione laica. Sintetizzatori e sezioni di ottoni assumono l’energica baldanza delle chitarre elettriche mentre si muovono su pattern ritmici muscolari, modellati dai beat elettronici creati con un team di produttori. E se ‘Roaring 20s’ arriva a saldare lo swing a postmoderne sonorità pop, gli arrangiamenti barocchi di ‘High Hopes’ rivelano ulteriori sfumature di un album programmaticamente lontano da ogni politica del rigore musicale.

NOTE DELLA REDAZIONE

Eclettica ma coerente rappresentazione teatrale in stile Broadway della scrittura di Brendon Urie, Pray For the Wicked è una sgargiante celebrazione laica. Sintetizzatori e sezioni di ottoni assumono l’energica baldanza delle chitarre elettriche mentre si muovono su pattern ritmici muscolari, modellati dai beat elettronici creati con un team di produttori. E se ‘Roaring 20s’ arriva a saldare lo swing a postmoderne sonorità pop, gli arrangiamenti barocchi di ‘High Hopes’ rivelano ulteriori sfumature di un album programmaticamente lontano da ogni politica del rigore musicale.

TITOLO DURATA

Altri brani di Panic! At the Disco