12 brani, 34 minuti

NOTE DELLA REDAZIONE

Le nuove promesse del rock italiano inneggiano a una libertà da celebrare, desiderare e conquistare con Il ballo della vita. Sulle tracce evanescenti di Marlena, i Måneskin disegnano un labirinto stilistico tanto semplice quanto efficace. Tra una ballad zeppeliniana e un featuring rap di Vegas Jones, i giovani romani vanno a colpo sicuro con i motivi latineggianti de ‘L’altra dimensione’ e i giri di basso funk di ‘Fear for Nobody’. Istrionismo e freschezza non sono riservati ai pezzi più energici, ma sfociano in lenti come ‘Torna a casa’, cantati con trasporto teatrale.

NOTE DELLA REDAZIONE

Le nuove promesse del rock italiano inneggiano a una libertà da celebrare, desiderare e conquistare con Il ballo della vita. Sulle tracce evanescenti di Marlena, i Måneskin disegnano un labirinto stilistico tanto semplice quanto efficace. Tra una ballad zeppeliniana e un featuring rap di Vegas Jones, i giovani romani vanno a colpo sicuro con i motivi latineggianti de ‘L’altra dimensione’ e i giri di basso funk di ‘Fear for Nobody’. Istrionismo e freschezza non sono riservati ai pezzi più energici, ma sfociano in lenti come ‘Torna a casa’, cantati con trasporto teatrale.

TITOLO DURATA

Altri brani di Måneskin