14 brani, 51 minuti

NOTE DELLA REDAZIONE

L'ottava prova discografica di Giorgia, prodotta per la prima volta da Michele Canova, apre la porta ai nuovi suoni che travolgono il pop mondiale. Un album fra elettronica e ballate, che racchiude anche la versione in inglese di 'È l'amore che conta', con un occhio ai ritmi da ballare nelle collaborazioni con Ramazzotti in 'Inevitabile' e con Jovanotti in 'Tu mi porti su'. C’è anche una salda presa al cuore, in questo caso con lo zampino di Marina Rei. Immersa in atmosfere che richiamano i Keane e i giganti dell'elettronica di oggi, la voce di Giorgia conferma un timbro vocale semplicemente unico.

NOTE DELLA REDAZIONE

L'ottava prova discografica di Giorgia, prodotta per la prima volta da Michele Canova, apre la porta ai nuovi suoni che travolgono il pop mondiale. Un album fra elettronica e ballate, che racchiude anche la versione in inglese di 'È l'amore che conta', con un occhio ai ritmi da ballare nelle collaborazioni con Ramazzotti in 'Inevitabile' e con Jovanotti in 'Tu mi porti su'. C’è anche una salda presa al cuore, in questo caso con lo zampino di Marina Rei. Immersa in atmosfere che richiamano i Keane e i giganti dell'elettronica di oggi, la voce di Giorgia conferma un timbro vocale semplicemente unico.

TITOLO DURATA

Altri brani di Giorgia

Ti potrebbe piacere