11 brani, 44 minuti

NOTE DELLA REDAZIONE

Malavita può essere considerato una pietra miliare nel contesto indie italiano dei primi anni 2000. Rappresenta la consacrazione del gruppo e del leader Francesco Bianconi, che guida il passaggio verso nuovi suoni e testi più ricercati, distaccandosi dalle sonorità elettroniche che avevano caratterizzato i primi album. La Malavita è quel malessere che genera la vita di provincia o della metropoli, sempre più standardizzata e impoverita di eccentricità, che può condurti a gesti estremi, ma anche a godere di quelle piccole storie che solo una vita semplice può offrirti.

NOTE DELLA REDAZIONE

Malavita può essere considerato una pietra miliare nel contesto indie italiano dei primi anni 2000. Rappresenta la consacrazione del gruppo e del leader Francesco Bianconi, che guida il passaggio verso nuovi suoni e testi più ricercati, distaccandosi dalle sonorità elettroniche che avevano caratterizzato i primi album. La Malavita è quel malessere che genera la vita di provincia o della metropoli, sempre più standardizzata e impoverita di eccentricità, che può condurti a gesti estremi, ma anche a godere di quelle piccole storie che solo una vita semplice può offrirti.

TITOLO DURATA

Altri brani di Baustelle

Ti potrebbe piacere