iTunes

Apertura di iTunes Store.Se iTunes non si apre, fai clic sull'icona dell'applicazione iTunes nel Dock o sul desktop di Windows.Progress Indicator
Apertura di iBooks Store in corsoSe iBooks non si apre, clicca sull'app iBooks nel Dock.Progress Indicator
iTunes

iTunes is the world's easiest way to organize and add to your digital media collection.

Non abbiamo trovato iTunes sul tuo computer. Per le anteprime e l'acquisto di musica da In the Red di Tina Dico, installa iTunes adesso.

Hai già iTunes? Fai clic su Anche io ho iTunes! per aprirlo.

I Have iTunes Download gratuito
iTunes per Mac+PC

In the Red

Apri iTunes per visualizzare in anteprima, acquistare e scaricare musica.

Recensione album

Singers who grow up in countries that are known for long, dark, cold winters don't necessarily provide an abundance of melancholy music. ABBA, after all, came out of Sweden — and they wrote the book on fun, frivolous, sugary Europop and became the blueprint for countless other Scandinavian (and German and Dutch) party groups. But it is safe to say that melancholy (or melancholic) is something that some Nordic artists do very well — Denmark's Tina Dico, for example. In the Red (which was released in Denmark in 2005 and the United States and England in early 2006) is a moody, dusky, highly introspective adult alternative/folk-rock outing that has plenty of melancholy moments, although it isn't as dark or troubled a disc as, say, Fiona Apple's Tidal. Dico has been quoted as saying that her three favorite albums of all time are Joni Mitchell's Blue, Tracy Chapman's self-titled debut album, and Nirvana's Nevermind — and while In the Red doesn't sound anything like Nevermind (Dico's work is reflective and understated, not forceful or aggressive), one can see that the Dane picked those three classics because she obviously identifies with music's deep thinkers. For all its restraint, In the Red has a lot of meat on its bones. Dico's performances are subtle but never wimpy — and anyone who has spent a lot of time savoring the likes of Mitchell (a major influence), Sarah McLachlan, Beth Orton, or Dido would have a hard time not enjoying finely crafted gems like "Room with a View," "One," "Losing," and "Head Shop." Produced by Chris Potter (the guy who worked with the Verve, not the jazz reedman Potter), In the Red is a highly promising effort from Dico — not to mention extremely listenable.

Recensioni clienti

Che ti dico, Tina Dico?

Tina Dico, che ti dico? Ti dico che esiste già Fiona Apple, ed è di gran lunga più brava di te, anche se tenti di copiarla fino all'inverosimile. Le tue canzoni non sono brutte, anzi, ma fai lo stesso sffetto di Nek quando tenta di copiare Sting. Certo, siamo su un altro piano stilistico, grazie al Cielo. Ma possibile che con la tua bella voce non ti venga in mente niente di un po' più personale, nè nel modo di cantare nè nel tipo di canzoni? Contenta tu che ti accontenti di essere un clone.

Biografia

Nato(a): 14 ottobre 1977, Aarhus, Denmark

Genere: Pop

Anni di attività: '00s

Con la sua voce paradisiaca ed uno stile di scrittura pungente, la cantautrice Tina Dico scalò ripetutamente le vette delle classifiche nella nativa Danimarca, giungendo all'orecchio di Zero 7, e guadagnandosi lil Danish Grammy come Migliore Autrice. Nel 2003 il brano singolo Notes andò esaurito in poco tempo ottenendo il premio Dico per la composizione, nonostante la sua scarsa presenza in radio. Dopo il suo trasferimento in Inghilterra, si agganciò al genere downbeat dei Zero 7 comparendo nel loro...
Bio completa

Album e brani più venduti di Tina Dico

In the Red, Tina Dico
Vedi in iTunes

Valutazioni dei clienti

Non abbiamo ricevuto abbastanza valutazioni per visualizzare una media per quanto riguarda questo album.

Contemporanei