iTunes

Apertura di iTunes Store.Se iTunes non si apre, fai clic sull'icona dell'applicazione iTunes nel Dock o sul desktop di Windows.Progress Indicator
Apertura di iBooks Store in corsoSe iBooks non si apre, clicca sull'app iBooks nel Dock.Progress Indicator
iTunes

iTunes is the world's easiest way to organize and add to your digital media collection.

Non abbiamo trovato iTunes sul tuo computer. Per le anteprime e l'acquisto di musica da Moon Landing di James Blunt, installa iTunes adesso.

Hai già iTunes? Fai clic su Anche io ho iTunes! per aprirlo.

I Have iTunes Download gratuito
iTunes per Mac+PC

Moon Landing

Apri iTunes per visualizzare in anteprima, acquistare e scaricare musica.

Recensione album

James Blunt may never live down the success of his first single, "You're Beautiful." It made him a star in 2004 yet it also pegged him as the kind of sad-sack singer/songwriter beloved of doctors' offices the world over, which may be enough to sustain a living but not a career. Blunt is savvy enough to realize this and he started to broaden and enliven his craft fairly quickly, abandoning the slow-footed ballads of Back to Bedlam for a richly textured pop that eventually gained some semblance of color by the time Some Kind of Trouble rolled around in 2010. Three years later, Moon Landing arrived and although its title suggest some kind of spectral scope, it's not quite as lively as its predecessor, preferring the exquisitely textured adult contemporary pop of Dido, but giving those intricately produced ballads insistent melodies and rhythms. Sometimes, Blunt's phrasing can lapse into solipsistic moans — this is especially true when the electronics are stripped away and the tempos slow — but when everything is relatively sprightly, the feel is surprisingly appealing, even though Blunt can't help but piggyback on styles that are a guaranteed rocket to the Top 40. This is most evident on "Bonfire Heart," a Ryan Tedder collaboration that pounds and stomps in the style of the Lumineers, and there are echoes of Maroon 5 in the octave jumps of "Always Hate Me," but these pandering lapses — accentuated by an unnecessary tribute to Whitney Houston called "Miss America" — do not detract from an album that is, by many measures, Blunt's richest and best collection to date.

Recensioni clienti

Grande Ritorno

Grande James ..... Non Delude Mai ..... Grande Album da acquistare assolutamente !!!

È sempre James

Un album di James Blunt si riconosce subito, per le sue sonorità calde e avvolgenti, qualche ballata qua e la, e diversi cori che infiocchettano spesso le sue canzoni. Questo quarto album conferma quanto di buono c'è stato finora nella sua discografia e lo riconferma uno dei migliori cantautori del suo periodo (ce ne sono rimasti veramente pochi). Andando più nello specifico di questo album, molto bello l'intro, che coinvolge fin da subito. Sono presenti diversi motivi orecchiabili per tutto l'album, tra questi i più ritmati sono "Bonfire Heart" e "Heart to Heart". Molto carina anche "Miss America" anche se forse assomiglia troppo a "Annie", track presente in "All The Lost Souls". Immancabile il brano lento con piano acustico presente in tutti gli album, in questo caso "Sun on Sunday", veramente bello. È presente anche un brano fuori campo a mio avviso con il resto dell'album, "Bones", che è proprio da carica per il tour; sicuramente come coro in uno stadio avrà il suo perché. Molto bella infine la chiusura con "Blue on Blue", con la chitarra acustica. Insomma un album promosso a pieni voti: james non rischia con sonorità diverse, ma si mantiene sul suo stile, che piacerà sicuramente ai fan di vecchia data come me, che lo ascolto dal primo album e l'ho seguito passo passo a ogni pubblicazione. Sicuramente un album che ascolterò a lungo.
Consigliato

Ottimo

Album fantastico, canzoni orecchiabili, semplici e profonde! Il cantautore non si smentisce!

Biografie

Nato(a): 22 febbraio 1974, Tidworth, Wiltshire, England

Genere: Pop

Anni di attività: '00s, '10s

A former British Army officer, singer/songwriter James Blunt was a thoughtful performer with a knack for crafting melodic contemporary soft rock tunes. Born in Tidworth, Wiltshire, England in 1974 to a family with a long military history, Blunt entered the Army after graduating from the Royal Military Academy Sandhurst. Ultimately achieving the rank of captain, Blunt served with the NATO peacekeeping force in Kosovo and finished out his time in the military as a member of the Life...
Bio completa
Moon Landing, James Blunt
Vedi in iTunes

Valutazione dei clienti

Precursori

Contemporanei