20 brani, 1 ora 4 minuti

NOTE DELLA REDAZIONE

La coscienza di una nazione che balla e lotta contro le ineguaglianze si sveglia in Rhythm Nation 1814 di Janet Jackson, un’istantanea di fine anni ’80 dove le tensioni generazionali e sociali trovano sfogo in testi aspri e produzioni feroci. Loop ritmici new jack swing e bassi hip-hop scuotono le melodie R&B della title track o di ‘State of the World’: un tremito elettrico che fra i sample e le chitarre distorte di ‘Black Cat’ arriva a contagiare anche una serenata come ‘Miss You Much’.

NOTE DELLA REDAZIONE

La coscienza di una nazione che balla e lotta contro le ineguaglianze si sveglia in Rhythm Nation 1814 di Janet Jackson, un’istantanea di fine anni ’80 dove le tensioni generazionali e sociali trovano sfogo in testi aspri e produzioni feroci. Loop ritmici new jack swing e bassi hip-hop scuotono le melodie R&B della title track o di ‘State of the World’: un tremito elettrico che fra i sample e le chitarre distorte di ‘Black Cat’ arriva a contagiare anche una serenata come ‘Miss You Much’.

TITOLO DURATA

Altri brani di Janet Jackson

Ti potrebbe piacere