iTunes

Apertura di iTunes Store.Se iTunes non si apre, fai clic sull'icona dell'applicazione iTunes nel Dock o sul desktop di Windows.Progress Indicator
Apertura di iBooks Store in corsoSe iBooks non si apre, clicca sull'app iBooks nel Dock.Progress Indicator
iTunes

iTunes is the world's easiest way to organize and add to your digital media collection.

Non abbiamo trovato iTunes sul tuo computer. Per le anteprime e l'acquisto di musica da Turn Blue di The Black Keys, installa iTunes adesso.

Hai già iTunes? Fai clic su Anche io ho iTunes! per aprirlo.

I Have iTunes Download gratuito
iTunes per Mac+PC

Turn Blue

Apri iTunes per visualizzare in anteprima, acquistare e scaricare musica.

Note dell'editore

La sua linea di basso dallo spirito soul, la sua tormentata risonanza del nastro e il suo tortuoso assolo alla chitarra fanno di “Weight of Love” un perfetto brano di apertura per l'ottavo album in studio dei The Black Keys, da gustarsi a fuoco lento. Con una durata di circa sette minuti, il brano sottolinea la continua evoluzione del duo originario di Akron a partire dall'irresistibilmente ruvido garage rock che contribuì a renderlo celebre nei primi anni 2000. Accompagnati nel loro viaggio dalla co-produzione di Danger Mouse (che da Brothers del 2010 si è unito al duo in ogni loro album), tutto sembra possibile in Turn Blue. Oscillando tra pavoneggianti jam future-disco (“Bullet in the Brain”, “Year in Review”) e profondi brani synth rock (“10 Lovers”, “Fever”), Turn Blue trova la sua unità nell'ardente stile cantautoriale del cantante/chitarrista Dan Auerbach, in un'atmosfera volutamente esangue e nella perdurante forza, e duttilità, del blues.

Recensioni clienti

Mmm

Appena ascoltato: lascia un po’ spiazzati. Di sicuro non è né El Camino né Brothers. Alterna canzoni davvero ottime (Weight of Love, Turn Blue e Bullet in the Brain) ad atre che necessitano probabilmente altre passate per essere apprezzate. Suona meno rock e meno blues: è più una psichedelia in chiave moderna, con atmosfere atemporali.
In qualsiasi caso vale l’acquisto.

È una favola.

"Turn blue è come un libro, come una favola che va letta dall'inizio alla fine. D'altronde questo album è stato pensato proprio per questo, per essere ascoltato dall'inizio alla fine. È come un viaggio guidato, dal moto ondulatorio e con una sua precisa logica interna. Un tunnel alla fine del quale si vede la luce, con "Gotta get away", una boccata di aria fresca dopo un viaggio ai limiti dello psichedelico e del visionario.

Sono grandi e basta!

ormai i loro lavori sono riconoscibili e tutto quello che posso dire è che il motivetto del singolo si è stampato in testa. Ciò vuol dire diffusione totale...li preferisco comunque più rockettari melanconici quali sono!

Biografie

Formato(a): 2001, Akron, OH

Genere: Alternativa

Anni di attività: '00s, '10s

It's too facile to call the Black Keys counterparts of the White Stripes: they share several surface similarities — their names are color-coded, they hail from the Midwest, they're guitar-and-drum blues-rock duos — but the Black Keys are their own distinct thing, a tougher, rougher rock band with a purist streak that never surfaced in the Stripes. But that's not to say that the Black Keys are blues traditionalists: even on their 2002 debut, The Big Come Up, they covered the Beatles' psychedelic...
Bio completa