iTunes

Apertura di iTunes Store.Se iTunes non si apre, fai clic sull'icona dell'applicazione iTunes nel Dock o sul desktop di Windows.Progress Indicator
Apertura di iBooks Store in corsoSe iBooks non si apre, clicca sull'app iBooks nel Dock.Progress Indicator
iTunes

iTunes is the world's easiest way to organize and add to your digital media collection.

Non abbiamo trovato iTunes sul tuo computer. Per le anteprime e l'acquisto di musica da Eclipse di Journey, installa iTunes adesso.

Hai già iTunes? Fai clic su Anche io ho iTunes! per aprirlo.

I Have iTunes Download gratuito
iTunes per Mac+PC

Eclipse

Apri iTunes per visualizzare in anteprima, acquistare e scaricare musica.

Recensioni clienti

Non è Escape o Frontiers ma...

è il miglior album ROCK dei Journey da allora. Ok, Raised On Radio ha degli ottimi pezzi ma è praticamente un disco pop: molto più simile a Street Talk di Perry che a Departure per capirci. Questo invece sembra proprio il seguito di Frontiers, non altrettanto bello ovviamente, ma ha un suono altrettanto potente; notevole infatti il lavoro di Neal Shoen che riempie ogni canzone di più di un assolo e nella maggior parte dei casi è decisamente ispirato. Ci sono pezzi molto belli (l'opener City Of Hope e Edge Of The Moment, le mie preferite) e altri meno riusciti forse perchè troppo lunghi (leggi alla voce Tantra); pur non essendoci Perry alla voce ma il meno dotato ma pur ottimo Pineda è comunque un lavoro che chi ama i Journey e il Melodic Rock di classe non può ignorare. Avrei voluto un pò più di partecipazione dal tastierista Jonathan Cain che in più di un'occasione deve fare spazio alla chitarra di Neal, mai così incontenibile! Quando il risultato è però l'ottima Resonate non c'è in fondo da lamentarsi!

Ai Journey oggi non si può chiedere di più !

Ascoltando questo disco con attenzione la prima cosa che si avverte è un aria di rinnovamento ,una voglia di novità che forse è stata stimolata dal ingresso in formazione del nuovo giovanissimo singer Pineda , altra nota di rilievo è il fatto che il disco risulta essere abbastanza hard,per lo stile dei nostri, il che non dispiace se si tiene presente che come al solito è suonato divinamente e che questo permette al cantante Filippino di esprimersi in maniera un po' più personale e smettere finalmente di scimmiottare l irraggiungibile Steve Perry.
Purtroppo da vecchio fan e ammiratore dei Journey mi sento di dover dire che il disco non fa perdere la testa, sembra piuttosto costruito per raccogliere nuovi consensi invece di accontentare i vecchi buoni amanti del AOR ,ansiosi di ascoltare una nuova hit che faccia sognare nello stile californiano che li ha sempre contraddistinti.
Non me ne vogliate ma per me che ho sognato con la musica dei Journey ,cullato dalla dolce e potente voce di Perry con brani come Don't stop believin' ,open arms ecc.ecc . ascoltando questo disco! ...., ottimo e piacevole ripeto ,ma che purtroppo a poco a che vedere con il sogno Americano di un tempo, mi lascia intuire che oggi a questo gruppo non si può chiedere di meglio.
Ottimo disco Rock ,niente di più ...... prendere o lasciare. (miglior brano del disco: Resonate)

ma come è possibile ???

la caduta non ha fine.....

Biografie

Formato(a): 1973, San Francisco, CA

Genere: Rock

Anni di attività: '70s, '80s, '90s, '00s, '10s

During their initial 14 years of existence (1973-1987), Journey altered their musical approach and their personnel extensively while becoming a top touring and recording band. The only constant factor was guitarist Neal Schon, a music prodigy who had been a member of Santana in 1971-1972. The original unit, which was named in a contest on KSAN-FM in San Francisco, featured Schon, bassist Ross Valory, drummer Prairie Prince (replaced by Aynsley Dunbar), and guitarist George Tickner (who left after...
Bio completa